Cosa intendiamo parlando di ipocondria

Terapia ipocondria milanoPreoccupazione eccessiva per la salute: e’ questo il significato psicologico del termine “ipocondria”. Si tratta di un disagio sempre più presente nell’esperienza quotidiana delle persone e rappresenta uno dei possibili volti dell’ansia, avendo in comune con altre manifestazioni ansiose alcuni aspetti fondamentali. In primo luogo la necessità di mantenere il controllo su eventi della propria vita considerati rilevanti, che nel caso del soggetto ipocondriaco si identificano con uno stato di salute perfettamente monitorato; vengono sovrastimati e interpretati come minacciosi i segnali di attivazione corporea, e sovrastimate le possibili conseguenze derivanti dall’eventuale presenza di un malessere fisico. L’ipocondria si sviluppa generalmente da un’elevata sensibilità al tema della salute che emerge anche dalla ricostruzione della storia personale e familiare del paziente; e’ attiva la convinzione di non essere in grado di fronteggiare adeguatamente la percezione di uno stato corporeo alterato, sia a causa della propria presunta vulnerabilità sia perché tali segnali vengono ritenuti predittori di un disturbo fisico importante che comparirà a breve. La reazione di allarme generata da questo processo induce il soggetto a controlli sistematici della propria salute, che si dimostrano però insufficienti a placare la preoccupazione: ad ogni parte del corpo può essere associato un pensiero ansioso e nella maggior parte dei casi l’ansia viene semplicemente spostata da un punto all’altro. Le rassicurazioni fornite da medici, parenti e amici non costituiscono un dato rilevante nella rappresentazione del paziente ipocondriaco, poiché rimane la possibilità teorica che esista una malattia non ancora diagnosticata.

 

Terapia dell’ipocondria vs. bisogno di controllo

Terapia ipocondria MilanoLa psicoterapia cognitivo-comportamentale focalizza la propria attenzione sui pensieri del soggetto, sulle convinzioni che favoriscono il mantenimento della preoccupazione; si tratta di circoli viziosi nei quali il dubbio ansioso si autoalimenta e nascendo legittima la propria utilità. Il soggetto ritiene che preoccupandosi sistematicamente possa ridurre in misura significativa la probabilità di una malattia e in realtà applica questa strategia di controllo a molti altri contesti della propria vita: la credenza di fondo e’ che ad una carenza di controllo si associ inevitabilmente un evento doloroso o addirittura catastrofico. Per prevenire tale scenario ci si affida ad un rimuginio estremamente strutturato, attraverso il quale si cerca di prevedere nel modo più accurato possibile la comparsa di pericoli e situazioni ansiogene. L’obiettivo e’ la scomparsa o almeno la drastica riduzione degli stati di incertezza, che il soggetto sente come minacciosi credendo di non avere risorse necessarie per affrontare un esito negativo giudicato molto probabile.

 

La terapia dell’ipocondria per vivere meglio

ipocondria MilanoL’ipocondria viene sostenuta da un’immagine di sé come debole, fragile, sia a livello somatico sia a livello emotivo; il paziente vive uno stato di allarme costante e si affanna a monitorare i propri segnali corporei, uno su tutti il battito cardiaco, per individuare tempestivamente la presenza di amomalie. La visione del mondo e’ caratterizzata dagli stessi costrutti che definiscono le altre problematiche ansiose, ad esempio la convinzione che l’ambiente riservi delle insidie e che solo attraverso l’eliminazione di ogni fattore di imprevedibilità si possa giungere ad un equilibrio emotivo soddisfacente. Ne deriva una tendenza all’evitamento, un approccio alle relazioni interpersonali influenzato da sentimenti di preoccupazione, un restringimento dell’esplorazione sociale. Il paziente ipocondriaco e’ spesso chiuso nel vissuto ansioso e dedica la maggior parte del tempo e delle energie all’ascolto del proprio corpo, finendo da un lato per amplificare i sintomi somatici, che appaiono più evidenti quando l’attenzione si concentra su di essi, e dall’altro per organizzare la propria vita secondo strategie di controllo rigide che gli impediscono di accedere ad esperienze gratificanti.

 

Chi volesse ricevere maggiori informazioni per intraprendere una terapia dell’ipocondria può contattare il Dott. Gianluca Frazzoni Psicologo Psicoterapeuta cognitivo-comportamentale e fissare un primo consulto gratuito in uno degli studi di Milano.

 

Dott. Gianluca Frazzoni

Tel. 340/1874411

Email: info@psicoterapiaemilano.it

 

Terapia Ipocondria
3.8 (75.38%) 13 votes